Eticamente in Gioco: Città di Castello Basket

 

La Vuelle è un punto di riferimento non solo nelle Marche, ma anche fuori regione. Tra le società che hanno deciso di aderire al progetto “Eticamente in Gioco” infatti c’è anche il Città di Castello Basket (http://www.basketcdc.it/ita/home/). Con il presidente Sandro Renghi abbiamo parlato della realtà cestistica della cittadina umbra e di come è nato il legame con la Vuelle. “Siamo entrati a far parte di questa bella esperienza nel 2017 soprattutto per ampliare i rapporti tecnici con istruttori e allenatori di altri club. Inoltre, avere una collaborazione valida con una società molto valida e prestigiosa come la Vuelle ci permette di avere una maggiore preparazione per quanto riguarda i nostri coach che ogni giorno sono a stretto contatto con i ragazzi che fanno parte della nostra realtà”, spiega il presidente.

La società attuale è nata nel 2012 e la prima squadra milita nel campionato di Promozione regionale umbra. “Abbiamo 120 tesserati, dai ragazzi di 5 anni fino a quelli più grandi. Per quanto riguarda il nostro settore giovanile abbiamo le formazioni Under 14, 15 e 18 oltre a un centro Minibasket di cui fanno parte gli Aquilotti, gli Esordienti e gli Scoiattoli”, evidenzia Renghi.

‘Eticamente in Gioco’ non è un progetto astratto ma una vera famiglia: “Abbiamo buoni rapporti con gli altri club che sono all’interno di questa esperienza. Da parte nostra in futuro dovremo rafforzare la parte organizzativa. Con la Vuelle il legame è molto positivo e sempre caratterizzato da una grande collaborazione. In questa stagione non siamo ancora riusciti a essere presenti alla Vitrifrigo Arena per assistere dal vivo a uno dei match casalinghi ma abbiamo in programma di venire a Pesaro prima della fine del campionato”, dice il presidente.

Tra i valori che non possono mancare in campo e nella vita di tutti i giorni ci sono l’importanza dell’etica, della correttezza oltre al rispetto degli altri e degli avversari: ”Siamo molto contenti che i nostri ragazzi abbiano capito che per noi prima di tutto vengono i principi e poi i risultati. Solo in questo modo è possibile creare un ambiente sano e positivo, necessario per formare ottime persone prima ancora che giocatori”, conclude Sandro Renghi.

Ufficio Stampa VL

Pesaro, 04/03/2019

(Pubblicato sul Match Program n°11 #PesaroBrescia)

Per leggere tutti i Match Program VL clicca qui