Troppa Alma per una Vuelle scarica: 105-68

 

La Vuelle esce dal PalaRubini di Trieste con una pesante sconfitta: nella 21^ giornata finisce 105-68 per l’Alma dopo un primo quarto ben giocato dai pesaresi che però vanno in difficoltà dal secondo periodo senza riuscire a rientrare in partita, restando fermi in classifica a quota 12 punti.

Coach Matteo Boniciolli schiera in quintetto Artis, Mockevicius, Blackmon, McCree e Murray. I padroni di casa rispondono con Wright, Da Ros, Sanders, Knox e Dragic.

I primi punti del match sono di Knox che sblocca il punteggio dopo oltre 3 minuti. La Vuelle fatica in attacco ma Murray è bravo a catturare una palla in area e realizzare per due volte consecutive i canestri del pareggio. Blackmon sorpassa con 2 punti messi a segno in sospensione al 6’. Sanders dall’arco riporta avanti l’Alma (9-8), poi è Knox a firmare il +3. Lyons risponde dai 6.75, con coach Dalmasson che manda in campo l’ex Vuelle Cavaliero. I pesaresi sono in partita, McCree e Blackmon mettono a segno il nuovo vantaggio Vuelle (13-17) a 1’32” dalla prima sirena. Coach Dalmasson chiama timeout, al rientro in campo Trieste perde palla in fase offensiva e Blackmon subisce un fallo antisportivo: James dalla lunetta fa 1/2, poi McCree con una tripla allunga a +8. Il primo quarto si chiude con la bomba di Cavaliero: si va alla prima pausa con la Vuelle in vantaggio 21-16.

Il secondo quarto si apre con il fallo di Murray in attacco e con il canestro da sotto di Peric per il -3 Trieste: coach Boniciolli chiama subito timeout per interrompere il trend in favore dell’Alma che però accorcia ancora con il numero 2 dalla lunetta. Cavaliero da 3 firma il sorpasso Alma a cui segue poi il canestro di Mosley per il 25-21; tornano in campo Murray e Mockevicius. Il match si infiamma, la Vuelle non riesce a sbloccare il tabellino. Fernandez colpisce da 3, con la panchina pesarese che chiama un nuovo timeout per sbloccare la situazione. In attacco ci pensa Murray a segnare dopo oltre 5 minuti del secondo quarto, ma subito dopo Strautins è letale dai 6.75 (35-23 Alma). Peric schiaccia sfruttando al meglio un assist di Cavaliero. La difesa della Vuelle è poco efficace, l’Alma allunga ancora (43-27). Il primo tempo termina con Blackmon che fa 0/2 ai liberi: la Vuelle va al riposo lungo sotto di 17 punti (46-29).

Al rientro in campo la Vuelle schiera Ancellotti, Artis, Murray, Blackmon e McCree: i primi punti realizzati sono di Knox e Murray. I pesaresi faticano troppo con Erik che commette infrazione di passi prima di rifarsi con una bella tripla che accorcia in parte le distanze (52-38 Alma) al 24’. Il numero 2 biancorosso realizza un bel gioco da 3 punti con cui la Vuelle si riporta a -13 a 5’30” dalla fine del terzo quarto. Entra in campo Zanotti che commette il suo primo fallo ai danni di Dragic che dalla lunetta non sbaglia (58-41). L’Alma continua a segnare e la Vuelle non riesce a rientrare: al 29’ il tabellone è sul 70-46 con la tripla di Fernandez. La bomba di Dragic vale il 75-49 con cui si va agli ultimi 10 minuti di gioco.

Il quarto conclusivo parte con il canestro di Peric per il +24, mentre la Vuelle non riesce a reagire. Murray esce dopo aver commesso il suo quinto fallo, coach Boniciolli chiama un altro timeout dopo il canestro di Knox per l’81-56 a 6’50” dal termine. L’Alma non si ferma e va a +28 a 4 minuti dalla fine, Peric esce tra gli applausi di tutto il PalaRubini – Allianz Dome per lasciar spazio a Cittadini. Fernandez è micidiale e al 38’ Trieste è sul +37 con 3 triple di fila realizzate. Gli ultimi secondi servono solo per fissare il punteggio finale sul 105-68 con cui si chiude la gara, con Blackmon e McCree come migliori realizzatori con 21 e 15 punti a testa. Ora la Vuelle è attesa dalla partita casalinga contro l’Acqua San Bernardo Cantù, in programma domenica 17 marzo alle 17:30 alla Vitrifrigo Arena.

Coach Matteo Boniciolli in sala stampa commenta il match: “Parto con un saluto affettuoso ad Alberto Bucci che ci ha lasciato stasera: mancherà a tutta la pallacanestro italiana, è stata una persona di straordinarie qualità. Per quanto riguarda noi, si tratta dell’impresa più difficile che ho di fronte da quando sono capo allenatore. Non ho nulla da rimproverare dal punto di vista dell’impegno ma anche oggi abbiamo dimostrato limiti che vanno oltre alla tecnica. Veniamo da due sconfitte casalinghe incredibili, abbiamo un compito molto difficile. Un fatto negativo, come l’uscita dal blocco subito da Monaldi da parte di Cavaliero, ci ha spento la luce”, ha spiegato il coach.

ALMA TRIESTE – VL PESARO 105-68 (16-21; 46-29; 75-49)

ALMA TRIESTE : Peric 14, Fernandez 18, Wright 12, Strautins 9, Cavaliero 6, Sanders 3, Knox 16, Dragic 17, Mosley 8, Cittadini 2, Coronica, Da Ros ALL. Dalmasson

VL PESARO : Blackmon 21, McCree 15, Artis 6, Murray 12, Conti ne, Lyons 8, Mujakovic ne, Ancellotti, Alessandrini ne, Monaldi, Zanotti 2, Mockevicius 4 ALL. Boniciolli

Arbitri: Rossi, Baldini, Nicolini

Ufficio Stampa VL

Trieste, 09/03/2019

Ph. Ciamillo&Castoria